Zona

Piazza della Repubblica

Le Giubbe Rosse rappresentano un importante centro culturale storico per la città di Firenze e mantiene ancora l’originale atmosfera del periodo futurista, contribuendo a preservare l’assetto ottocentesco di Piazza della Repubblica, caratterizzata dai suoi caffè storici.

Storia

Inizio attività: 1896

L’esercizio fu aperto nel 1897, al posto di un’antica vineria. Fondato da due tedeschi, i fratelli Reininghaus, con il nome di “Birreria Fratelli Reininghaus” divenne il punto di riferimento della comunità tedesca fiorentina. I proprietari vestivano i camerieri con giubbe (giacche) rosse, all’uso viennese. I fiorentini trovando qualche difficoltà nel pronunciare il nome del caffè, preferivano dire: “andiamo da quelli delle giubbe rosse”. Più che di un caffè, un circolo di lettura. Nel 1913 diventò la sede del gruppo di “Lacerba” e dei futuristi fiorentini. Nel periodo a cavallo fra le due guerre, qui nacquero riviste di avanguardia quali “Solaria”, “Letteratura” e “Campo di Marte”. Fra i frequentatori abituali, in quell’epoca, si annoverano
Luzi, Vittorini, Gatto, Pratolini, Macrì e Montale. Nel ‘43 gli americani si impossessarono del locale e ne fecero la sede del loro commando. Il Caffè riaprì poi nel 1947, andando incontro ad una lenta fase discendente. Nel 1991, le “Giubbe Rosse” vennero prese in gestione dai fratelli Fiorenzo, Mario e Martino Smalzi che rilanciarono l’azienda.

Contatti

Indirizzo: P.zza della Repubblica, 13/r

Sito web: http://www.giubberosse.it

Email: info@giubberosse.it

Telefono: +39 055 212280